Young Radio Europe

Finanziato dal programma Erasmus+ bando 2017, periodo di realizzazione
2018 e 2019.


Partner del progetto

Cooperativa Sociale AERIS, Vimercate (Italia), iDEMO Institut za demokraciju, Zagabria (Croazia), Fundacja Instytut Innowacji, Varsavia (Polonia),
Stichting Caat Projects, Utrecht (Paesi Bassi).


Il progetto
In Europa oggi circa il 4% della popolazione giovanile e' costituito da cittadini
di paesi terzi per i quali e' necessario attivare nuovi progetti e politiche educative
volte alla reale accoglienza e integrazione a livello locale.
Inoltre l'Europa e in particolare l'Italia vive una quotidiana situazione di emergenza
dovuta a continui arrivi di nuovi giovani migranti e profughi che soggiornano
sul territorio anche per lunghi periodi in attesa del riconoscimento del loro status
di rifugiato.
Il progetto Young Radio Europe intende pertanto attivare e sperimentare una
nuova metodologia educativa basata sul coinvolgimento dei giovani sia migranti
che europei nella produzione e trasmissione di programmi radiofonici
multiculturali, che una volta on air saranno un punto di riferimento per
l'integrazione culturale ed educativa sostenibile e di lungo periodo sia per i giovani
migranti da paesi terzi arrivati di recente, sia per quelli residenti da lungo tempo.
Il progetto promuove la creazione di una web radio multilingue e internazionale,
gestita in modo condiviso dagli enti partner nella quale saranno speaker,
giornalisti e produttori i giovani stessi (europei, migranti di lungo periodo, profughi)
che insieme animeranno la radio e i suoi programmi attivando cosi' un circolo
virtuoso di integrazione che facilita la partecipazione attiva dei giovani e la loro
emancipazione nel contesto delle collettivita' in cui si trovano a vivere.

Twinning alliance for social solidarity in action

Finanziato dal programma Europa per i Cittadini bando 2017,
periodo di realizzazione 2018.


Partner del progetto

Associazione Turistica Pro Loco di Uri e Comune di Uri (Sardegna IT),
Comune di Amata e Comune di Rauna (Lettonia), Comune di La Baña
e Santiago di Compostela (Spagna), Comune di Sacalaseni (Romania),
Comune di Suwalki (Polonia).


Il progetto sperimenta nuove soluzioni e nuove pratiche per affrontare a livello
locale il problema della disoccupazione giovanile.
Partendo dai diritti di cittadinanza europei e dal diritto di libera circolazione
delle persone, il progetto sperimenta azioni di mobilita' dei giovani concordate
tra i comuni partner e volte a creare occasioni di lavoro e di stage lavorativo
a livello internazionale.
Ogni comune concordera' un programma di accoglienza e mettera' a disposizione
ospitalita', stage e occasioni di formazione professionale per i giovani cittadini
europei dei comuni partner del progetto.

Web
https://ec.europa.eu/programmes/europe-for-citizens/projects

Integration_Machine
Legnano, Rescaldina, Castano Primo, riqualificazione delle periferie
dell’Altomilanese.

Progetto elaborato ai sensi del Bando 2016 per la presentazione di progetti
per la predisposizione del Programma straordinario di intervento
per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie delle città metropolitane
e dei comuni capoluogo di provincia).


Progetto che si rivolge alla popolazione giovane italiana e non, giovani e famiglie
in situazione di disagio.
La sfida sostenuta da Integration_Machine e' proprio quella di costruire luoghi
di convivenza e housing sociale che si rivolgano al mondo giovanile e delle giovani
famiglie cogliendone i caratteri comuni e le comuni tensioni: forte mobilita'
territoriale, instabilita' e precarieta' economica, flessibilita' lavorativa
ed occupazionale, temporaneita' dilatata dei propri progetti, velocità nello scambio,
maggiore disponibilita' al cambiamento.
Il progetto riguarda i tre ambiti comunali di Legnano, Rescaldina e Castano primo
e lavora su tre priorità differenti combinandole tra loro:
• Riqualificazione fisica di spazi per l’ospitalita' (housing sociale) a favore di tutto
il territorio della citta' metropolitana, con servizi di ospitalita' a basso costo
e ad elevata accessibilita' (il centro di Milano, grazie al collegamento su ferro,
e' raggiungibile da Legnano, Rescaldina e Castano in meno di 40 minuti);
• Attivazione di servizi di aggregazione e di autogestione per giovani e non,
con connesse attivita' per lo sviluppo di competenze lavorative e accoglienza
sociale e promozione culturale per l'integrazione;
• Attivazione di servizi per la mobilita' sostenibile, l’interconnessione e la forte
integrazione del territorio dell'Altomilanese.

Web
https://www.youtube.com/watch?v=gRv74hPMLOE

Youth & Sport in Country & Remote EU

Finanziato a settembre 2016 per il periodo 2017/2018 dal programma Erasmus+ SPORT 2014-2020.

Partner del progetto
Comune di Lombardore (Torino), Le città di Rauna e Vecpiebalga in Lettonia,
l’organizzazione no-profit Akademika 245 in Bulgaria, il Comune di Sant Just
Desvern, in Spagna.


Il progetto promuove la pratica sportiva in zone remote o isolate dell’Unione
europea come i piccoli villaggi rurali e le piccole città limitrofe a grandi centri
urbani. In questi contesti le strutture sportive sono normalmente carenti,
inadeguate o non presenti e i giovani tra i 6 e i 18 anni non hanno modo
di praticare regolarmente attività sportive specie se appartengono ai gruppi sociali
piu' svantaggiati.

Il progetto sperimenta l’inclusione e la promozione di attivita' sportive in contesti
rurali e remoti in particolare per i bambini e i ragazzi di eta' 6-18 anni.
1. Attivare e sperimentare presso ciascun partner del progetto una serie di attivita'
sportive regolari, inclusive e alla portata di tutti;
2. Rafforzare e motivare gli attori locali: politici, famiglie, giovani, insegnanti,
assistenti sociali e gli educatori sportive;
3. Scambiare buone pratiche a livello internazionale per migliorare le iniziative
sportive locali, promuovere scambi tra gli esperti e scambiare esperienze
e pratiche.

Web
http://futuraeuropa-it.webnode.it/

Leaving the nest

Finanziato a luglio 2016 per il periodo 2016/2017 dal programma Erasmus+
2014-2020.

Partner del progetto
Società Cooperativa Sociale "Il Sogno di una Cosa" O.N.L.U.S. (Torino),
The Cedar Foundation, (Sofia, Bulgaria), Association FenêtreS (Charbonnières
les Bains, Francia).


Per una persona disabile in eta' giovanile non e' semplice far quelle esperienze
che le permettono di diventare adulta, di maturare le competenze e le autonomie
necessarie per vivere la propria vita nel modo piu' indipendente possibile.
I giovani disabili, cosi' come i giovani con problematiche relazionali
o di apprendimento, sono spesso vittime di un atteggiamento “iperprotettivo”
da parte dei famigliari e della scuola, giustificato solo parzialmente dalle loro
difficolta' cognitive, relazionali o motorie, con la conseguenza che si riducono
le occasioni di sperimentazione delle autonomie e si viene ad innescare una
sorta di “circolo vizioso” della sfiducia, che porta a sviluppare i loro potenziali
in maniera limitata.
La finalita' del progetto “Leaving the Nest” (Lasciare il nido) e' proprio offrire
un’esperienza significativa in tal senso, attraverso la sperimentazione di
un viaggio all’estero (per i giovani provenienti dalla Bulgaria e dalla Francia),
dell’accoglienza di altri giovani stranieri (per il gruppo di giovani italiani),
condividendo un’esperienza formativa ed arricchente. Il progetto di scambio
internazionale vuole quindi essere un tassello del percorso di questi giovani
verso il passaggio alla vita adulta e indipendente, attraverso una proposta
innovativa che offre la possibilita' di conoscere altri giovani, disabili e non,
provenienti da altri Paesi dell'Unione Europea e sviluppare fra loro un confronto
positivo, in un clima di amicizia e di scambio tra pari, per accrescere le loro
autonomie attraverso un percorso finalizzato all’apprendimento non formale
e informale e per migliorare la consapevolezza di se' e del mondo che li circonda.

Vai al sito del progetto Family STAR.
Town Twinning for rural development

Finanziato dal programma Europa per i Cittadini (bando 2015).

Partner del progetto
Associazione Turistica Pro Loco di Uri (Sassari, Sardegna), Comune di Uri,
Comune di Sacalaseni (Romania), Comune di Amata (Lettonia), Comune
di Algaida (Spagna), Comune di Mellieha (Malta).


Progetto di gemellaggio volto alla valorizzazione e allo scambio internazionale
sul tema delle produzioni alimentari tipiche locali. La maggior parte dei prodotti
che i cittadini europei consumano e usano ogni giorno sono frutto del lavoro
degli agricoltori europei che producono a livello locale prodotti di alta qualita'
come pane, verdure, olio e formaggio. Gli agricoltori sono attori chiave
nell'economia europea e contribuiscono in modo positivo ad affrontare
il cambiamento climatico, la conservazione della biodiversita', la conservazione
delle culture locali e delle produzioni tipiche.

Il progetto promuove un dibattito tra i cittadini su alcuni temi chiave:
- il ruolo della Politica Agricola Comunitaria nel rispettare e tutelare la ricca
diversita' di tradizioni agricole e alimentari che rendono la cucina europea
e le produzioni alimentari europee famose nel mondo;
- il ruolo della Politica Agricola Comunitaria nell'aiutare gli agricoltori europei
a mantenere vitali le zone rurali, modernizzare le loro aziende e investire nella
produzione alimentare di qualità;
- il ruolo della Politica Agricola Comunitaria nell'offrire opportunita' di lavoro
ai giovani.
Focalizzando l'attenzione dei cittadini sugli aspetti positivi della Politica Agricola
Comunitaria, il progetto fornisce anche informazioni sulle modalita' di intervento
dell'Unione nei paesi membri e del ruolo positivo che essa gioca attraverso
le sue politiche, nella vita quotidiana dei cittadini.
Lo scambio culturale legato alle tradizioni alimentari tra Italia, Romania, Lettonia,
Spagna e Malta, fornisce una immagine immediata delle diverse culture locali
e mette a confronto le diverse tradizioni culinarie e culturali in Europa.

G.R.I.P. Giovani Risorse in Imprese Possibili

Finanziato da Regione Lombardia, piani territoriali politiche giovanili, 2016.

Partner del progetto
Azienda Speciale Consortile Comuni Insieme per lo Sviluppo Sociale,
Ambito Territoriale del Distretto 1 Asl Milano Provincia 1, Comuni di Baranzate,
Bollate, Cesate, Garbagnate Milanese, Novate Milanese, Paderno Dugnano,
Senago, Solaro e numerosi partner locali.


Il progetto vuole attivare un sistema virtuoso, in grado di valorizzare
e implementare il capitale umano rappresentato dalle giovani generazioni,
per produrre reddito e sviluppo locale; un sistema capace di restituire
competenze e buone prassi.
Si interviene in tre ambiti tra loro correlati:
1. Attivazione della rete diffusa di incubatori: utilizzo, fruizione e messa in rete
di spazi fisici di aggregazione e innovazione, gia' disponibili e di nuova realizzazione, dove acquisire competenze certificabili, far incontrare e dialogare
(matching) saperi e know how, formarsi, conoscere esperienze di giovani imprese
di successo, formulare prime ipotesi di progetti imprenditoriali;
2. Strumento di comunicazione digitale che favorisca l’accesso ad informazioni
riguardanti le opportunita' in materia di auto imprenditorialita' e a quelle relative
alle opportunita' date dai programmi di Youth Employment, fatto dai giovani e per
i giovani;
3. Supporto alla ideazione e realizzazione di progetti imprenditoriali: iniziative
per la diffusione della cultura d’impresa come possibilita' su cui investire
per il proprio futuro occupazionale; bando di selezione per start up giovani;
mentoring; accesso al credito.

Web
https://pianoterritorialegrip.wordpress.com

Cittadinanza attiva per le politiche sociali

Finanziato dal programma Europa per i Cittadini 2007 - 2013.

Partner del progetto
Azienda Speciale Consortile Comuni Insieme - Bollate - Milano, Latvian
Association of Local and Regional Governments - Citta' di Amata - Lettonia,
Town Network Mühlberg, Bad Liebenwerda - Falkenberg and Uebigau - Germania.


Il progetto ha permesso tra il 2010 e il 2011 uno scambio di esperienze, di attivita'
e di buone pratiche nel settore delle politiche sociali tra Italia, Germania e Lettonia.
Si sono realizzati di dibattiti, convegni e viste di studio su quattro tematiche
specifiche: strategie per mediare i conflitti generati dalle differenze etniche nei
quartieri urbani, strategie e servizi per includere i giovani e le famiglie nei quartieri
urbani in difficolta', strategie e attivita' per sostenere il reddito degli individui
e le famiglie in difficolta'.
Il progetto è stato anche occasione per approfondire il tema della microfinanza
e la possibilita' che offre a livello urbano e locale.

Web
www.futuraeuropa.it/cittadinanzaattiva/

Family STAR - Family group conferences and STudent At Risk

Finanziato dal programma Progress innovazione sociale (bando 2015).

Partner del progetto
Azienda Speciale Consortile Comuni Insieme - Bollate - Milano, La Rada
Consorzio di Cooperative Sociali - Salerno, Comune di Lodi, Associazione
per lo Sviluppo della Valutazione e Analisi delle Politiche Pubbliche - Torino.


Il progetto propone la sperimentazione di un nuovo modello di intervento
in campo sociale per combattere la dispersione scolastica.
Il metodo chiamato “Family Group Conference” (FGC) e' gia' stato sperimentato
con successo nei paesi anglosassoni e puo' costituire una metodologia semplice
e poco costosa per migliorare lo star bene a scuola, ridurre i tassi di dispersione
e di esclusione sociale e per aiutare le famiglie e le scuole a supportare
il successo scolastico dei ragazzi.

Vai al video Prove di Dialogo. Le "Riunioni di Famiglia" nella scuola.

Noi, giovani europei, e il nostro patrimonio culturale e ambientale.
La cittadinanza europea nell'Europa allargata.

Finanziato dal programma Gioventu' in Azione 2000 - 2006.

Partner del progetto
Comune di Borgonovo Val Tidone (PC) in partnership con il Comune di Broceni
in Lettonia e il Centro giovanile Dravinja Valley in Slovenia.


Si tratta di due progetti di scambio giovanile che tramite 10 giorni di scambio
realizzati nelle estati 2004 e 2005 a Bobbio (PC), hanno contribuito a sviluppare
nei ragazzi una coscienza consapevole, aperta ed "europea" rispetto alle nuove
culture dell'Europa allargata.
Con i progetti si e' permesso ai ragazzi di andare oltre la propria realta' locale,
sviluppando curiosita' ed interessi senza pregiudizi nei confronti di coetanei che
vivono in altri paesi e sentendosi parte di una medesima e più vasta comunita'.
Lo scambio, tramite la conoscenza diretta e le molteplici attività previste,
ha promosso inoltre lo sviluppo di competenze volte a stimolare la partecipazione
attiva dei giovani a livello locale.




Gemellaggio per celebrare l’anno europeo del volontariato

Finanziato dal programma Europa per i Cittadini 2007 - 2013.

Partner del progetto
Comune di Oggiono - Lecco, Municipality of Halasztelek - Ungheria,
Comune di Leisnig - Germania, Comune di Nea Propontida - Grecia,
Ajuntament D’Algaida - Spagna.


Il Comune di Oggiono ha avviato dal 2007 un ampio progetto internazionale
per promuovere la valorizzazione del patrimonio culturale lombardo in contesto
europeo e per avvicinarsi ad altri comuni in Germania, Ungheria, Grecia e Spagna
attraverso lo scambio di idee sul tema della promozione e della fruizione
del patrimonio culturale anche tramite il volontariato e l’impegno dei cittadini.
La collaborazione europea e' in particolare finalizzata a predisporre e realizzare
un piano concreto per la valorizzazione e fruizione di edifici storici tramite attivita'
culturali, in particolare rivolte ai giovani.
Nel 2008 gli scambi avviati hanno portato al gemellaggio (12-16 giugno 2008)
tra Oggiono e Leisnig al quale anche la città ungherese di Halasztelek ha inviato
una delegazione. Nel giugno 2011 e' stato invece firmato il gemellaggio tra Oggiono
e Halasztelek (Ungheria) con la partecipazione delle delegazioni dalle città
di Leisnig (Germania), Nea Propontida (Grecia) e Algaida (Spagna).

Giovani attivi per l'inclusione sociale

Finanziato dal programma Gioventù in Azione 2007 - 2013.

Partner del progetto
Comune di Olmedo (SS) e partner dalla Spagna, Bulgaria, Regno Unito
e Romania.


Progetto che ha sensibilizzato i giovani sul tema dell’anno europeo 2010
volto a combattere la poverta' e l’esclusione sociale. Ha coinvolto ragazzi
provenienti da diversi paesi e contesti (Italia, Romania, Bulgaria, Scozia)
che si sono incontrati ad Olmedo (SS) nel luglio 2010. Il gruppo internazionale
di ragazzi e' stato coinvolto in attivita' culturali e teatrali che hanno affrontato problematiche legate alla poverta' e all'esclusione sociale, nell’ottica di creare
nelle nuove generazioni una sensibilità condivisa verso valori comuni europei,
come quelli del rispetto della diversita', dei diritti umani e della democrazia
.

Citta' e Regioni per l'Europa sociale

Finanziato dal programma Europa per i Cittadini 2007 - 2013.

Partner del progetto
Comune di Olmedo (SS) - Regione Sardegna, Comune di Olmedo - Spagna,
Comune di Sacalaseni - Romania, Comune di Amfiklia - Grecia,
Comune di Cork - Irlanda, Comune di Amata - Lettonia.


Il progetto ha promosso un’ampia riflessione a livello europeo su tematiche
cruciali per le pubbliche amministrazioni quali la lotta alla poverta' e all'esclusione
sociale a livello locale e urbano.
Attraverso l’organizzazione di 4 eventi internazionali organizzati tra il 2010 e il 2011
si sono approfondite varie tematiche: combattere le poverta' estreme: politiche
e strumenti; educare e sensibilizzare ai temi della poverta' e dell’inclusione sociale
tramite il teatro educativo (condotto dal Kava Cultural Group - Ungheria);
strategie integrate per sostenere gli homless; strategie locali per combattere
la disoccupazione.

Guarda il filmato.